Oriana Fallaci scrittrice giornalista italiana
Grandi Scrittori

Oriana Fallaci

“…Ove c’è raziocinio c’è scelta, ove c’è scelta c’è libertà...”

Buongiorno Readers, buon lunedì!!
Oggi voglio parlarvi di una grande scrittrice italiana Oriana Fallaci.

Ho “conosciuto” la Fallaci che avevo già compiuto i 21 anni. La guerra dei Balcani stava occupando le prime pagine dei quotidiani e i telegiornali. L’Europa era davanti ad una nuova guerra e lo spettro della terza guerra mondiale alleggiava su tutti noi…

Non ricordo come avvenne l’incontro con Oriana Fallaci, ma ricordo che capitò attraverso una sua celebre frase sulla guerra:

“…Quasi niente quanto la guerra, e niente quanto una guerra ingiusta, frantuma la dignità dell’uomo...”

Fui subito catturata dalle sue parole e da quegli occhi così profondi, che già allora avevano visto tanto, anzi forse avevano visto troppo…

Oriana Fallaci nasce a Firenze il 29 giugno 1929. Suo padre era un artigiano e sua madre una casalinga. Primogenita di quattro figlie, Oriana sin da giovanissima segue le idee politiche del padre.

Durante la seconda Guerra mondiale, che la vede adolescente, decide che non può rimanere in disparte e combatte entrando nella resistenza per liberare il suo paese diventando staffetta…

Finita la guerra si diploma al Liceo Classico e studia lettere in Università diventando giornalista. Qui comincia la sua lunga carriera, che la porterà ad intervistare i grandi uomini della storia, ma anche ad essere in prima linea nelle guerre…

…cronista di guerra la Fallaci partecipa alla guerra del Vietnam raccontando le atrocità e le menzogne perpetrate sia dagli statunitensi che dai sudvietnamiti, ma anche raccontando delle gesta eroiche e di umanità in un conflitto da lei definito “una sanguinosa follia”.

E’ il 2 ottobre del 1968, siamo alla vigilia dei giochi olimpici e durante una manifestazione di protesta degli studenti universitari messicani contro l’occupazione militare del campus dell’ UNAM (conosciuta oggi come il massacro di Tlatelolco) Oriana viene ferita gravemente durante una sparatoria contro i manifestanti, tanto che all’inizio la ritengono morta.

Come corrispondente di guerra seguì anche i conflitti tra: India e Pakistan, Sud America e in Medio Oriente.

Sempre in prima linea per i diritti civili delle donne e delle categorie più deboli, entra di diritto nella storia la sua famosa intervista a Khomeini.
Intervista nella quale la Fallaci volle dimostrare all’ayatollah, la forza del femminile e l’ingiusta sottomissione che regnava in Iran.

Questo è davvero un breve sunto…

…della ricca vita che Oriana Fallaci ha vissuto: ricca negli incontri, nelle esperienze (molte delle quali assai dolorose).
La sua forza e determinazione l’hanno portata sempre a rivendicare il suo essere alla pari del sesso maschile, in anni in cui le donne, anche nei paesi considerati civilizzati, lottavano per i propri diritti.

Scrittrice e giornalista controversa, non ha mai nascosto il suo credo politico e le sue opinioni. E nei suoi ultimi anni di vita, venne fortemente criticata, a causa della sua presa di posizione contro l’Islam dopo la strage dell’11 settembre.

Amata e odiata, riconosciuta o rinnegata è indubbio che Oriana Fallaci sia stata una grande scrittrice e lo dimostra il fatto che con i suoi dodici libri ha venduto circa venti milioni di copie in tutto il mondo…

Tra i più famosi ricordiamo:
  • Niente e così sia
  • Uomo
  • Lettera a un bambino mai nato
  • Insciallah
  • Intervista con la storia
  • La rabbia e l’orgoglio

Spero che questo breve articolo vi sia piaciuto e vi invito a non perdervi il prossimo grande scrittore e come sempre vi lascio con una domanda…avete mai letto qualcosa di questa scrittrice?👋

altri grandi scrittori:

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *