J.J.R. Tolkien
Grandi Scrittori

J.J.R. Tolkien

“…Senza fede è colui che dice addio quando la strada si fa buia…”

Buongiorno Lettori, buon primo lunedì di questo nuovo anno che spero vi porti tante belle cose!!
Ieri è stato il compleanno di un grande scrittore J.J.R. Tolkien

e come esimersi dal parlare del Maestro del fantasy?!

John Ronald Reuel Tolkien nasce a Bloemfontein (Sudafrica) il 3 gennaio del 1892, ma all’età di tre anni rientra in Inghilterra con la madre e il fratellino per problemi di salute.

Sin da giovane dimostra una predisposizione per le lingue antiche (greco, latino, gotico…)

e da lì, grazie anche alla madre da cui eredita l’amore per le lingue e le antiche leggende e fiabe, che J.J.R. Tolkien comincia a inventare una sua lingua.

All’età di diciotto anni vince una borsa di studio all’Exeter College di Oxford dedicandosi allo studio dei classici, dell’antico inglese e delle lingue germaniche.

A causa dello scoppio della prima guerra mondiale nel 1915 Tolkien si arruola nei Lancashire Fusiliers con il grado di sottotenente.

Si ammala mentre combatte in trincea e viene rimandato in patria, dove ricomincia i suoi studi e collabora alla stesura dell’Oxford English Dictionary…

monumentale dizionario storico della lingua inglese antica e moderna pubblicato dalla casa editrice Oxford University Press.

Nel 1921 diventa docente di Lettere all’università di Leeds e continua a scrivere e a perfezionare i suoi Racconti perduti e il suo linguaggio inventato.

Nel 1925 viene nominato professore di filologia anglosassone all’Università di Oxford. In quegli anni nasce la profonda amicizia con C. S. Lewis, autore delle Cronache di Narnia.

E’ il 1937 quando viene pubblicato Lo Hobbit, il libro riscuote un grande successo e pur essendo la sua prima opera, rappresenta una tappa fondamentale nella sua carriera di scrittore.

E’ infatti intorno a questo libro che J.J.R. Tolkien nei dieci anni successivi sviluppa il mondo della Terra di mezzo e da lì nasce un’altra grande opera Il Signore degli Anelli.

E’ la sua opera più importante e se pur nata come unico libro, viene all’inizio pubblicata in tre volumi distinti: La Compagnia dell’Anello (1954), Le due torri (1955) e Il ritorno del re (1955).

E’ difficile parlare

di quello che è considerato il Maestro del fantasy.

Ci sarebbe ancora da raccontare tantissimo a partire dalle sue opere, che se pur complesse, sono allo stesso tempo popolari…

potremmo parlare della sua scrittura che ti cattura grazie alla descrizione dei paesaggi…

dei mondi che racchiudono i suoi personaggi, e che ti entrano sotto pelle creando la preferenza per uno piuttosto che per l’altro…

potremmo poi ancora parlare di come i mondi da lui creati ti sembrano così reali da farti mettere in dubbio la loro non esistenza.

Insomma ci vorrebbero pagine e pagine, ma tutti gli amanti di questo genere conoscono le sue opere…

e tanti scrittori devono ringraziarlo per essere stato fonte di ispirazione.

Se amate il fantasy non potete non conoscere J.J.R. Tolkien.

Al prossimo articolo 👋

Nella rubrica Grandi Scrittori trovi anche:

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *