Recensioni

Lady Elizabeth di Alison Weir

Buongiorno Lettori, buon venerdì. oggi per la rubrica “Leggo e recensisco” vi parlo di un libro che mi è piaciuto molto Lady Elizabeth di Alison Weir

partiamo con la sinossi:

In una calda e silenziosa mattina di luglio del 1536, Lady Maria, figlia di Re Enrico VIII, giunge nel maestoso palazzo di campagna di Hatfield, dove la attende la sorella minore, la piccola Elisabetta.

L’espressione compunta sul viso chiaro punteggiato di lentiggini, la bambina è stata causa di sofferenze e dolori inenarrabili per la figlia maggiore di Enrico VIII.

La sua nascita, infatti, l’ha privata di tutto ciò che aveva di più caro: sua madre, la Regina Caterina, ripudiata a favore dell’intrigante Anna Bolena, il suo rango, le prospettive di salire al trono e trovare un marito e, infine, l’amore di suo padre, il re.

I pericolosi rivolgimenti di un fato crudele hanno, però, ora cambiato anche la sorte di Elisabetta.

La madre della bambina, Anna Bolena, è stata giustiziata nella Torre di Londra con l’accusa di tradimento, e Maria può provare soltanto dispiacere per la sorella nel comunicarle la terribile notizia.

Privata del ruolo di erede legittima, chiamata dalla servitù semplicemente «lady» e non più «principessa», Elisabetta sembra soccombere al suo triste destino di «bastarda», così come prevede la legge inglese.

Attraverso scandali privati e pettegolezzi pubblici, successioni legittime e contestate, si ritroverà, tuttavia, un giorno sull’ambito trono d’Inghilterra, celebrata come l’iconica Regina Vergine.

Elisabetta I

è indubbiamente una delle mie Regine preferite, una donna che per l’epoca (parliamo della metà del 1500) ha stravolto le regole della società.

Lady Elizabeth di Alison Weir è un libro che ci parla dell’infanzia e dell’adolescenza, fino ad arrivare all’incoronazione.

Alison Weir sin da subito mette in “mostra” le qualità di Elizabeth, bambina prodigio e grande studiosa.

Elizabeth oltre a dimostrare una grande curiosità appare subito una bambina decisa e disposta a ragionare.

Il rapporto tra lei e la sorella Maria, risulta spesso delicato più a causa dei risentimenti della seconda, mentre è chiarissimo il legame con il padre Enrico VIII a cui la futura sovrana assomiglia moltissimo.

Mi è piaciuto questo viaggio nell’infanzia della Regina Vergine, un infanzia coronata dal dolore, ma anche da momenti di felicità. Mi è piaciuto vederla crescere e capire le sue scelte.

Se siete amanti del genere divorerete questo libro e sarete rapiti dalla storia di Elizabhet.

Consigliato per gli amanti dei libri storici.

Lo trovate qui

Alla prossima 👋

Nella Rubrica Recensioni dei libri trovi anche:

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *